Fatturazione Elettronica B2B

Con il DLgs 127 del 5 agosto 2015 scorso, il legislatore ha dimostrato di volersi muovere con la digitalizzazione della fatturazione elettronica non solo verso le amministrazioni pubbliche, ma anche verso le imprese.

Dal 1° Gennaio 2017 il Ministero dell’economia e finanze metterà a disposizione dei contribuenti, il sistema di interscambio (SdI), quale strumento di gestione delle fatture tra fornitore e cliente, che permetterà ai contribuenti di inviare all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse/ricevute e dei corrispettivi giornalieri.

Con l’attuazione del decreto, i soggetti passivi IVA che desidereranno utilizzare il sistema di fatturazione b2b, potranno sfruttare gli incentivi forniti dal legislatore:

  • Verranno meno gli obblighi di comunicare i dati dello spesometro;
  • I rimborsi IVA verranno eseguiti entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione annuale;
  • Verranno meno gli obblighi di comunicare le operazioni con i Paesi inseriti nella black list, se di importo superiore a 10.000 euro;
  • Verrà eliminato l’obbligo di comunicare gli elenchi INTRASTAT servizi.

Il formato che verrà utilizzato per la generazione della fattura B2B sarà quello Xml già definito per la fatturazione obbligatoria nei confronti delle Pa.
Verrà inoltre fornita la possibilità di usare lo SDI per trasmettere le fatture elettroniche ai clienti e per riceverle dai fornitori.