05/02/2013 Dal primo gennaio i contratti di appalto hanno detto addio alla carta

Tutti i contratti pubblici di lavori, servizi o forniture devono essere stipulati, a pena di nullità, con atto pubblico notarile informatico oppure in modalità elettronica secondo le regole di ciascuna stazione appaltante, in forma pubblica amministrativa o con scrittura privata. La norma impone il passaggio al digitale.
La stipula elettronica dei contratti per gli appalti pubblici semplifica le procedure e garantisce minori costi.

Leggi l’articolo del Sole 24 Ore>>