08/01/2013 Semplificazione nella gestione e conservazione delle dichiarazioni doganali

Per dichiarazione dogale si intende una manifestazione  di volontà diretta a vincolare le merci ad un determinato regime doganale, al quale sono collegati effetti giuridicamente rilevanti. La dichiarazione dogale da inizio ad un procedimento amministrativo che serve ad instaurare tra le parti un rapporto giuridico che si qualifica in modo diverso secondo la destinazione doganale prescelta.

La recente circolare dell’Agenzia delle Dogane 16/D del 12 novembre 2012 ha reso finalmente possibile la gestione completamente digitale delle dichiarazioni doganali. Anche quei documenti che prima del provvedimento dovevano necessariamente rimanere in formato analogico potranno ora essere digitali e conservati in ottemperanza al codice dell’amministrazione digitale.  Il provvedimento ha infatti  esteso la dichiarazione telematica con firma digitale alle operazioni in procedura ordinaria di importazione definitiva, perfezionamento attivo, ammissione temporanea e introduzione in deposito in procedura ordinaria. Sono stati semplificati gli adempimenti connessi allo svincolo in procedura ordinaria e si accede allo scarico automatizzato in caso di manipolazione delle merci che si trovano nel deposito.
Conservazione sostituiva quindi, anche per le dichiarazioni doganali, con  nomina di un responsabile della conservazione che ne attesti il corretto svolgimento del processo.

La fascicolazione elettronica e la conseguente conservazione sostitutiva consentirà di conservare a norma le pratiche doganali e tutti i documenti connessi in modalità digitale prescindendo da ogni supporto cartaceo. Il documento sarà informatico, una rappresentazione di atti, fatti e dati giuridicamente rilevanti e conservato secondo le regole del CAD.