Nodo Smistamento Ordini (NSO) – Faq

Cos’è il Nodo Smistamento Ordine (NSO) e a cosa serve?

E’ una piattaforma intermediaria, molto simile al Sistema di Interscambio (SdI) che è stato adottato per la fatturazione elettronica PA e B2B.
L’NSO avrà il compito di gestire e convalidare la trasmissione telematica degli ordini d’acquisto della sanità pubblica. Il nodo gestirà anche le tipologie di notifiche previste.

I soggetti interessati all’adozione del NSO a quale norma devono rifarsi?

Tutti gli enti pubblici del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), i soggetti che ordinano per conto degli stessi, i fornitori e gli intermediari dovranno attenersi alle indicazioni tecniche definite dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 7 dicembre 2018 scorso e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Di cosa si occuperà l’NSO?

Il Nodo Smistamento Ordini si occuperà di:

  • validare il messaggio, garantendone la correttezza formale;
  • assegnare all’ordine un codice identificativo;
  • inoltrare l’ordine al fornitore (o al suo intermediario identificato);
  • restituire al soggetto emittente gli esiti/notifiche associate;
  • inoltrare l’ordine di acquisto alla PCC (Piattaforma Crediti Commerciali).

Come si può comunicare con l’NSO?

Come specificato nelle regole tecniche del  Decreto del Ministro dell’’Economia e delle Finanze 7 dicembre 2018, dal punto di vista degli utenti, l’invio e la ricezione dei Documenti verso e da NSO può avvenire attraverso modalità di comunicazione analoghe a quelle utilizzate per la trasmissione delle fatture elettroniche attraverso il Sistema di Interscambio (SdI), a cui è stata aggiunta la possibilità di utilizzare l’infrastruttura di trasporto PEPPOL.

Com‘è strutturato il file dell’ordine che transita attraverso il NSO?

All’interno del documento che verrà trasmesso attraverso il Nodo saranno contenute tutte le informazioni ritenute utili per l’ordine. Tra queste si evidenziano quelle relative alla tipologia e alla quantità dei prodotti e dei servizi che sono stati acquistati. Insieme al documento è previsto un file, chiamato busta di trasmissione, in cui sono riportate le indicazioni relative al mittente e al destinatario. Sia la busta di trasmissione sia  il documento sono inglobati nel messaggio che transiterà per il NSO.

Come può avvenire l’invio al Nodo Smistamento ordini?

Dopo aver creato il messaggio, lo si invierà al Nodo Smistamento Ordini attraverso gli stessi canali già attivi per la fatturazione elettronica; quindi sarà possibile servirsi dei canali web service e di interoperabilità. In particolare va detto che in caso di utilizzo della PEC, il documento andrà inviato all’indirizzo nso@pec.sogei.it. Una diversità riguarda la possibilità di impiegare Peppol, il progetto europeo che vuole uniformare i processi dell’e-procurement.

L’ordine che transita attraverso il NSO è di un solo tipo?

No. L’ordine può essere di quattro tipologie diverse:
• l’ordine emesso dal cliente, cioè l’azienda pubblica del Servizio Sanitario Nazionale, verso il fornitore;
• l’ordine pre-concordato che viene inviato dal fornitore all’amministrazione pubblica;
• l’ordine risposta, che permette al fornitore di accettare, rifiutare o modificare l’ordine fatto dall’amministrazione pubblica;
• l’ordine di riscontro, che consente all’amministrazione pubblica di confermare, rifiutare o sostituire risposte con modifiche o ordini concordati inviati dalle aziende fornitrici.