CONSULENZA PRIVACY PER LO SMART WORKING

INFO UTILI

Per info : +39 049 5001500

AREA TEMATICA:

  • Consulenza Privacy

MODALITÀ EROGAZIONE:

  • Dedicato ad una singola azienda o pubblica amministrazione;
  • Da remoto (massimo tre partecipanti);
  • On site (massimo cinque – sei persone).


Obiettivi della Consulenza

Sosteniamo le aziende e i nostri partner nell’analisi della situazione aziendale perché affrontino lo smart working consci della normativa privacy del GDPR (Regolamento UE 2016/679), degli accorgimenti relativi alla sicurezza delle informazioni e nel rispetto delle recenti novità introdotte con il Jobs act.

In cosa consiste la nostra attività?

Il termine smart working è ormai comunemente utilizzato per indicare la modalità di lavoro flessibile, introdotta e definita dalla Legge 81/2017, secondo cui è una modalità d’esecuzione del rapporto di lavoro subordinato, caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e da un’organizzazione per fasi, cicli ed obiettivi decisa attraverso accordo tra dipendente e datore di lavoro.

In riferimento alla tutela dei dati, lo smart working apre una doppia questione: da un lato aumenta il rischio per il datore di lavoro che i dati, personali e aziendali di cui è Titolare, vengano trattati in modalità remota dal lavoratore senza che siano rispettate quelle misure organizzative e/o tecniche adottate dal datore di lavoro a garanzia di liceità e correttezza del trattamento; dall’altro è chiaro che anche per il lavoratore c’è un rischio, dato dalla possibilità di ingresso del datore di lavoro nella propria vita personale e privata. Il grande problema sarà quello di capire come trattare questi dati e se il loro trattamento sia strettamente necessario ai fini dell’organizzazione imprenditoriale, nel rispetto del principio di minimizzazione.

  • Aziende e Pubblica Amministrazioni
  • Titolare del trattamento, DPO, incaricati al trattamento e interessati al trattamento

In riferimento alla tutela dei dati, lo smartworking apre una doppia questione: da un lato aumenta il rischio per il datore di lavoro che i dati, personali e aziendali di cui è Titolare, vengano trattati in modalità remota dal lavoratore senza che siano rispettate quelle misure organizzative e/o tecniche adottate dal datore di lavoro a garanzia di liceità e correttezza del trattamento; dall’altro è chiaro che anche per il lavoratore c’è un rischio, dato dalla possibilità di ingresso del datore di lavoro nella propria vita personale e privata. Il grande problema sarà quello di capire come trattare questi dati e se il loro trattamento sia strettamente necessario ai fini dell’organizzazione imprenditoriale, nel rispetto del principio di minimizzazione.

Pertanto, l’attività di Ifin Consulting riguarderà:

• Analisi organizzativa sulla situazione aziendale riguardo al grado di conformità alla normativa vigente (Dlgs 196/2003 e il Regolamento UE 2016/679) che comporterà un’individuazione della realtà aziendale, l’analisi delle policy adottate e dei processi;
• Analisi tecnologica, con particolare attenzione alla sicurezza delle informazioni e alla gestione dei rischi;
• Realizzazione di report finale con indicazione degli aspetti migliorabili;
• Formazione al personale interessato al trattamento dei dati.

L’Audit Privacy è importante per definire meglio il quadro d’insieme. L’Audit si dimostra uno strumento utile a disposizione del titolare del trattamento dei dati per dimostrare la propria accountability e l’adeguamento al GDPR, evitando, in questo modo, il rischio di incappare nelle sanzioni attualmente previste per i soggetti non compliant.

  • Verrà fornito un report finale, con analisi situazione attuale e  le migliorie realizzabili

Corsi correlati

Chiedi maggiori informazioni

    In merito al trattamento dei miei dati personali per la finalità B) dell’informativa - attività di marketing diretto
    AcconsentoNon acconsento