E-fattura e scheda carburante: proroga bocciata, si parte il 1° luglio 2018

Gli emendamenti alla legge di conversione del DdL Alitalia sono stati ritenuti non ammissibili per l’estraneità di materia.

Dal 1° luglio 2018 le partite IVA dovranno richiedere la fattura elettronica per beneficiare di detrazione IVA e deduzione di benzina e gasolio.

In questo modo la scheda carburante verrà abolita completamente e le agevolazioni fiscali sui costi auto saranno ammesse soltanto in caso di pagamenti in contante.

Si era ipotizzata anche l’introduzione di un doppio binario di fattura elettronica e cartaceo per permettere un passaggio più graduale, ma gli emendamenti non sono stati ammessi e con essi la richiesta di una proroga al 31 dicembre 2018.

In riferimento alla cessione di benzina e gasolio per motori, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato recentemente la circolare 8/E dove sono riportati alcuni chiarimenti riguardo l’obbligo di fatturazione elettronica per usufruire delle agevolazioni fiscali sui costi auto.

Insomma, tutto resta com’era dopo le novità presentate con la Legge di Bilancio 2018: dal 1° luglio i contribuenti titolari di partita IVA dovranno pagare esclusivamente con mezzi di pagamento tracciabili (definiti nel provvedimento 73203 del 4 aprile 2018 dell’Agenzia delle Entrate) e dovranno richiedere al benzinaio l’emissione di fattura elettronica. Non sarà più necessario compilare la scheda carburante, abolita per via dei numerosi casi di false detrazioni e deduzioni fiscali.