Innovation manager per accelerare l’innovazione tecnologica nelle piccole medie imprese del futuro

Il 7 maggio 2019 è stato approvato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) il decreto che destina alle piccole medie imprese un voucher che serve a finanziare la consulenza specialistica di unManager dell’Innovazione” da introdurre nell’azienda per i processi di trasformazione tecnologica e digitale.  Al decreto, pubblicato in G.U. il 1° luglio 2019, è seguito un successivo decreto del Mise 29 luglio 2019 che stabilisce le modalità di iscrizione nell’apposito elenco dei manager qualificati e delle società di consulenza.
Con il decreto del MISE del 25 settembre si sono stabilite le modalità per la richiesta del voucher da parte delle imprese che utilizzano l’innovation manager.

Il voucher sarà utilizzato per l’acquisto di prestazioni consulenziali di natura specialistica finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 e di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Chi è l’innovation manager e quale potrà essere il suo contributo alle PMI?

L’innovation manager cosa fa? È un professionista specializzato nell’area di innovazione digitale e che per esperienza e competenza è in grado di dimostrare di realizzare progetti digitali di riorganizzazione aziendale o ammodernamento dell’assetto gestionale e organizzativo di un’impresa.

Per fare domanda, ed iscriversi di conseguenza all’albo, l’innovation manager deve seguire una procedura informatica, utilizzando PEC e firma digitale. Nella domanda deve anche indicare se intende svolgere la consulenza in modo indipendente oppure attraverso una società di consulenza. Il decreto, infatti, prevede anche per le società di consulenza la possibilità d’iscriversi, indicando al momento dell’istanza fino a dieci innovation manager.

Le aziende che potranno usufruire del contribuito dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale attiva sul territorio nazionale
  • non essere destinatarie di sanzioni interdittive
  • risultare in regola con i contributi previdenziali
  • non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento.

Gli esperti di Ifin Sistemi a disposizione delle PMI per attuare la trasformazione tecnologica e digitale.

Sono 8 gli Innovation Manager di Ifin Sistemi presenti nell’albo istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).

I nostri consulenti sono specializzati nei processi di trasformazione digitale e tecnologica, con l’obiettivo di far cogliere alle PMI tutte le opportunità dell’innovazione digitale.