Rilascio versione 2.22.1.0

Recenti segnalazioni emerse durante i periodici VAPT hanno evidenziato che, a fronte di una configurazione errata del sistema, è possibile accedere all’applicazione utilizzando il protocollo HTTP. Tale possibilità non garantisce la riservatezza dei dati scambiati con l’utente finale e pertanto è fortemente sconsigliato mantenerla attiva.

In risposta a questa segnalazione, da questa versione, l’applicazione stessa richiede l’uso del protocollo HTTPS eliminando alla radice eventuali errori di configurazione dei sistemi che la ospitano.

Viene dunque introdotto un nuovo requisito funzionale che consiste nel dotarsi di un certificato SSL per utilizzare il protocollo HTTPS.

Tale pratica è già diffusa su tutti i nostri clienti per gli ambienti di produzione ma, in ambienti di test, l’applicazione potrebbe essere ancora utilizzata in HTTP. Nel caso non sia possibile usare un certificato SSL emesso da una CA, per l’ambiente di test è possibile utilizzare un comune certificato self-signed che andrà, eventualmente, opportunamente gestito nel browser.

Nuove Funzionalità

  • [IC-3595] – Modulo ricezione PEPPOL
    Implementato un connettore File System che permetta l’integrazione con il nodo PEPPOL
  • [IC-4197] – Nuovo processo REPORT_SELL_ACCOUNT
    Aggiunto nuovo processo schedulato REPORT_SELL_ACCOUNT che permette di ottenere i dati raggruppati per tipologia di rivenditore

Modifica Funzionalità

  • [IC-4959] – ICheck – Limiti scrittura csv e richiesta reinoltro per richiesta ritrasmissione
    Nelle attività dei processi relativi ad ICheck viene ora tenuto in considerazione anche il numero di richieste residue effettuabili, oltre che il limite massimo dei 10.000 identificativi per richiesta
  • [IC-4637] – In importazione ciclo attivo recuperare la dataInvio dalla dataRicezioneSDI
    Aggiunto al processo schedulato IMPORT_INVOICE un flag per permettere di impostare il campo DataInvio con il valore della DataRicezioneSDI recuperato dalla ricevuta di consegna, che deve essere presente

Iscriviti qui alla newsletter